dogear

Il museo ha sede nel cinquecentesco edificio dell’Ospedale Santo Spirito. Incluso nel tracciato del primitivo nucleo, il palazzo è importante non solo sotto il profilo architettonico ma anche urbanistico perché ci tramanda l’unico esempio di portici connessi alla via rimasto a Castell’Arquato. Nel 1272 la confraternita del Santo Spirito chiede di trasformare in ospedale una casa che possiede nel borgo al fine di dare ospitalità e ricovero ai pellegrini che in quel periodo seguivano i tracciati della via Francigena per raggiungere Roma.


Il rogito definitivo viene stilato il 12 gennaio 1275 dal notaio Guglielmo Di Scipione. All’ inizio del XII secolo viene aggiunta la loggia che si compone di un portico inferiore di tre arcate in cotto e di un loggiato di sottili colonne in pietra che sostengono un architrave in legno. All’interno si possono ammirare interessanti affreschi su una volta del salone principale che ha mantenuto l’originaria configurazione ed un pregevole soffitto a cassettoni decorato che adorna la sala del camino la quale si affaccia sul loggiato da cui è possibile ammirare una suggestiva visione panoramica della pianura fino al Po.

F3