dogear

Dalla fine del Settecento nei terreni argillosi e sabbiosi dell'area orientale dell'Appennino piacentino venivano alla luce le testimonianze fossili del "mare pliocenico". Ma già tre secoli prima Leonardo da Vinci, che per primo riconobbe l'origine organica dei resti fossili (che chiamava “nicchi”), ebbe modo di vedere le conchiglie raccolte nel Piacentino mentre si trovava a Milano dove stava lavorando alla statua equestre di Francesco Sforza. Una citazione su questi fossili e sui luoghi dai quali provenivano è riportata nel celeberrimo Codice Leicester.

leoDEFbig

cammino-vita